Nocera, la Corale Santa Cecilia va in vacanza ma sono già diversi i progetti per l’autunno Dalla Rassegna di musica corale al convegno/concerto dedicato al compositore Lorenzo Perosi: settembre sarà un mese di grande lavoro per il maestro Fumanti e i suoi cantori

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE DI LINDA SCATTOLINI SU RGUNOTIZIE.IT

Pausa estiva per la Corale Santa Cecilia di Nocera Umbra. Dopo un anno di lavoro intenso, iniziato lo scorso settembre, la gratificante stagione musicale del coro, diretto dal maestro Michele Fumanti, si è conclusa con il “Concerto d’Estate” che si è tenuto il primo agosto scorso alla Pinacoteca comunale di Nocera. E ora, come detto, un breve stop prima di riprendere a settembre, aspettando nuovi cantori e preparando il prossimo convegno/concerto. Quello, cioè, in calendario per il 30 ottobre e dedicato a Lorenzo Perosi. Si tratta di un progetto accolto e finanziato dal Ministero dei Beni Culturali, in occasione dell’anno perosiano che ricorre in questo 2022, ossia il 1 S0esimo anniversario della nascita del compositore. Ad anticipare l’appuntamento di fine ottobre sarà, però, la XXXII Rassegna di musica corale che si svolgerà il prossimo 17 settembre, a cui parteciperanno due gruppi corali di alto spessore artistico.


Una porta aperta, quella della Corale Santa Cecilia, a tutti coloro che avranno il piacere di prenderne parte. La vetrina offerta, frutto di una crescita quantitativa e qualitativa costante, ha riscontrato particolare gradimento in occasione del “Concerto d’Estate”: apprezzamenti sono stati infatti espressi dal vicesindaco di Nocera Umbra, Alberto Scattolini, e dal presidente dell’Associazione regionale cori dell’Umbria, il maestro Carlo Pedini. Il gruppo musicale, guidato dal maestro Michele Fumanti, in collaborazione con la maestra Lara Moretti, ha offerto un vasto repertorio, dai brani tradizionali quali “Ecce Panis” di Perosi e “Jesu Rex Admirabilis” di Giovanni Pierluigi da Palestrina, alle esecuzioni di “Jubilate Deo” e “Que sera sera” dei contemporanei Lazlé Halmos, Jay Livingstone e Ray Evans. Spazio anche alla formazione giovanile del coro, Gi.Ca.No., con l’esecuzione di “Don’t worry be happy” di Frances, arrangiamento di Mertel Martens, accompagnata dal pianoforte del cantore Giacomo Fiorucci. Una dedica musicale alla pace, a conclusione del concerto, con il brano “Signore aiutaci a vivere in pace, liberaci dalla nostra cecità, riempici con il tuo amore che cura,I aiutaci a vivere in umiltà … ” ovvero “Peace” di J.D. Martin, arrangiamento di L. Nickel.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.